Metro reloading

Lilla

Lilla

Annunci

Per vedere se la gente poi piange davvero

Alla fine piangeva solamente uno, forse un indiano. Appoggiato a una colonna dentro Sant’Ambrogio bagnava il viso di lacrime.

L’impressione che alla fine resta è quella di un personaggio che ri-vive anche il giorno del suo funerale.

P.S. Il rito è stato celebrato dal direttore della Caritas di Milano, don Roberto Davanzo. Ancora vicino agli ultimi, fino all’estremo saluto.

20130402-184054.jpg

Ecco loro per esempio…

;

I blog with BE Write

Già il titolo è geniale, quasi un verso poetico più che un testo in prosa. Magari per strizzare l’occhio a Palmabrogio/Pozzetto, poeta di periferia trasferitosi in città a cercar fortuna. Oppure, titolo di un’istantanea, di una coppia ripresa da sguardo scaltro proprio come quello di Clic/Celentano. Ecco noi per esempio è una pellicola degli anni settanta, diretta da Sergio Corbucci, la prima in cui sono protagonisti i due attori comici, poi cimentatosi in Lui è peggio di me. Milano da bere l’ultima, Milano in lotta la prima. Metropoli vista nelle sue pieghe malavitose, città catturata sulla strada o dentro i movimenti della contestazione al modello borghese. In mezzo le storie postfordiste di chi non ha un lavoro fisso, nè una famiglia precisa, che fa sesso libero (in foto il nudo integrale di Ludovica/Barbara Bach, nel ruolo di una ninfomane), che campa alla giornata difendendosi dalla giungla metropolitana.