L’uomo che cantava l’ossimoro

Enzo Del Re al primo maggio del 2010, introdotto sul palco da Vinicio Capossella. Canta “Lavorare con lentezza”, che è pure il titolo del film di Guida Chiesa su Radio Alice nella Bologna degli anni ’70. La frase registra un ossimoro che diventa sinonimo di lotta. Se operare per il profitto significa produrre e produrre e produrre a velocità futurista, allora lavorare lentamente è un modo per emanciparsi dal meccasismo. Salvo, però, restarci comunque dentro: un movimento elastico, che tende al virtuoso e non alla schizzofrenia o al voltagabbanismo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...