Il rito della moka

La cerimonia può avere inizio. Il caffè sale dentro la moka. Il marrone della schiumetta vince sul nero della miscela che resta sul fondo. Sgorgano le bollicine dal tubo e l’odore si allunga fino al naso. “Sta uscendo”.

La nascità del caffè

Sempre identico e ogni volta diverso. Il rito della nascita si rinnova a ogni macchinetta. Ciascuna moka ripete sempre da capo lo stesso avvenimento, ma nessuna esecuzione è perfettamente uguale. E’ una questione di performance. Che succede in un tempo e in uno spazio. E nè il tempo nè lo spazio sono mai gli stessi. Prevedibile e comunque singolare, riproducibile e unico, il caffè che sale sta alla saggezza, come la matematica sta alla scienza.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...